Busiate con pesto alla trapanese e gamberi…..

Cucina non è mangiare. È molto, molto di più. Cucina è poesia.
(Heinz Beck)

 

Il piacere che si prova nel creare un piatto da zero è incredibile, spesso quando abbiamo voglia di una pasta ci limitiamo a prepararne il sugo, ma per una volta, una soltanto, provate a fare anche la pasta.

Indubbiamente c’è bisogno di tempo, di manualità, e un pizzico di buona volontà, ma vi assicuro che il risultato è ottimo e la soddisfazione assicurata! La ricetta che vi propongo oggi è di Francesca del blog ImparandoCucinando . Volevo ringraziarla perchè grazie alla sua ricetta la mia cenetta romantica di anniversario è diventata un successone! Ma ora veniamo alla ricetta che ricordo potete trovare anche QUI direttamente dal blog di Francesca.

ingredienti per la pasta

  • 300 g di semola rimacinata di grano duro (io Molino Chiavazza)
  • circa 300 ml di acqua
  • 10 g di sale
  • olio q.b.

ingredienti per il pesto alla trapanese

  • 1 spicchio di aglio
  • 1 mazzetto di basilico fresco
  • 1 bicchiere di olio e.v.o.
  • sale e pepe q.b.
  • 100 g di mandorle pelate
  • 2 pomodori maturi
  • 50 g di grana

ingredienti per il condimento

  • 500 g di gamberi interi non sgusciati
  • olio
  • 1 spicchio di aglio
  • sale, peperoncino e pepe
  • 5-6- pomodori ciliegino
  • brandy

procediamo…

per la pasta : sulla spianatoia mettete a fontana la semola precedentemente setacciata e al centro ponetevi il sale e un giro di olio, impastate con cura la pasta e stendetela . Formate delle tagliatelle di circa 5 mm di larghezza e arrotolate ogni tagliatella su di uno spiedino di legno formando cosi una pasta a spirale. Mettete le busiate ad asciugare almeno una notte su di un tagliere spolverato di farina e coperto da un panno.

per il pesto: in un mortaio schiacciare bene l’aglio con un pò di sale e unirvi il basilico e amalgamare il tutto con cura. Anggiungere le mandorle e pestare il tutto finemente, unirvi successivamente i pomodori tagliati a piccoli dadini e il grana , infine unire l’olio e lasciar riposare il tutto.

per il condimento: preparate il fumetto di pesce soffriggendo in un tegame olio, aglio intero e i pomodorini tagliati a metà, unire le teste e le carcasse dei gamberi e far soffriggere qualche minuto, aggiungere 3-4 bicchieri di acqua e lasciar bollire il tutto per 10-15 minuti.   Schiacciare le teste dei gamberi rimaste e farne uscire il sughetto e tenere da parte, in una  capiente padella mettere  un pò di olio, un aglio intero e lasciare insaporire, unire i gamberi e farli fiammeggiare con il brandy, aggiungere il sugo delle teste e allungare il tutto con 3-4 mestoli di fumetto precedentemente preparato. Lasciate cuocere il tutto fino a quando il sugo si sarà un pò ristretto. Scolare al dente la pasta e ultimare la cottura in padella e se necessario aggiungere ancora fumetto. All’ultimo versatevi il pesto.

Ricetta fantastica vero? Credetemi il figurone è assicurato! Ho provato anche a modificarla leggermente usando le vongole al posto dei gamberi, riadattamento riuscito!!! Vi lascio con le mie foto, e ringrazio nuovamente Francesca per la sua ricetta e disponibilità, inoltre sul suo blog potrete trovare questa ricetta con le foto passo passo. Buon appetito!!!

Annunci